Contessa Entellina - Identità culturale tra monti, boschi e corsi d’acqua

Contessa Entellina
Identità culturale tra monti, boschi e corsi d’acqua.

Trova la degustazione

Circondata da fitti boschi e campagne, il centro della città è adagiato sulle colline e dominato dal massiccio del Monte Genuardo.

Il paese fu costruito attorno ad una piccola cappella dedicata all’Annunziata, dove sorge la Chiesa Santa Maria delle Grazie.
La sua storia è segnata ad un evento storico accaduto intorno al 1450, quanto un gruppo di esuli albanesi, che si allontanò dalle proprie terre per sfuggire all’invasione Ottomana, trovò rifugio proprio a Contessa Entellina. Ancora oggi coesistono due anime, la siciliana e la balcanica, che si integrano e si completano a vicenda: la lingua albanese viene parlata tutt’ora ed i suoi abitanti sono denominati arbëreshë, ossia italo-albanesi.

Da visitare in città la Chiesa Madre, di origine cinquecentesca, dedicata a San Nicolò di Mira e le Chiese settecentesche di Maria Santissima Immacolata e di San Rocco.

Chiesa Contessa Entellina
Rocca d'Entella

La Rocca d’Entella

I dintorni di Contessa Entellina vi immergono in altre dimensioni paesaggistiche. Attraversando tortuose vallate, vi troverete di fronte ad un grande massiccio roccioso, l’altopiano gessoso Rocca d’Entella.

Dal 2000 Donnafugata sostiene gli scavi archeologici su questa rocca: condotti dalla Scuola Normale di Pisa, in collaborazione con la Sovrintendenza ai Beni Culturali, hanno lo scopo di contribuire alla conoscenza della civiltà Elima presente qui dal IV secolo a.C., dedita all’agricoltura e in particolare alla coltivazione della vite proprio là dove Donnafugata ha oggi le sue vigne. Non a caso quindi, uno dei vini più noti dell’azienda ha preso il nome latino di Entella e cioè “Anthìlia”.

Il parco del Gattopardo e il palazzo Filangeri di Cutò.

Il parco del Gattopardo e il palazzo Filangeri di Cutò.

A 3 km circa dalla Tenuta di Donnafugata, sullo S.V. Palermo-Sciacca, si trova Santa Margherita di Belìce.

Distrutta per il 90% dal terremoto del 1968, conserva il palazzo Filangeri di Cutò che fu la casa di campagna di G. Tomasi di Lampedusa e nel "Gattopardo" venne descritto come il "palazzo di Donnafugata". Qui ha sede il museo dove è custodito il manoscritto originale e fra i tanti materiali alcune interviste a Claudia Cardinale e Alain Delon, indimenticabili interpreti del film di Luchino Visconti. Da non perdere la visita al giardino annesso al museo, con fontane e rare piante secolare.

Musei d'arte e il mare che esplode oltre il confine visibile.
news

Musei d'arte e il mare che esplode oltre il confine visibile.

La Sicilia del Gattopardo

leggi tutto

Prossimi Eventi a Contessa Entellina e dintorni

Suggerimenti Donnafugata: soste culturali e artistiche in Sicilia

Orestiadi di Gibellina  Gibellina

Orestiadi di Gibellina

27 Giu - 11 Ago 2019
Gibellina
Musica, teatro, circo, cinema, danza. Le Orestiadi estive di Gibellina, contenitore di arti visive.
Carnevale di Sciacca Sciacca

Carnevale di Sciacca

20 - 26 Feb 2020
Sciacca
La festa popolare che sfila in allegria.
Festa del Mandorlo in Fiore Agrigento

Festa del Mandorlo in Fiore

28 Feb - 09 Mar 2020
Agrigento
Festa del Mandorlo in fiore, la città dei templi si colora di spettacoli, musica folk e tradizioni popolari.